Kazakhstan: nuove leggi per favorire gli investimenti

Il Kazakhstan progetta di migliorare notevolmente il clima degli investimenti. Ad annunciarlo durante la XLVII sessione dell’Asian Development Bank, il Vice ministro dell’Industria e Nuove Tecnologie, Asset Issekeshev. «Il Kazakhstan nella classifica degli attrattori degli investimenti esteri è in una buona posizione. Tuttavia, il ritmo delle riforme non è rallentato, e abbiamo intenzione di avviarne delle nuove per arrivare in materia a un radicale miglioramento del clima per gli investimenti, la qualità delle risorse umane e il miglioramento delle infrastrutture» ha detto Issekeshev. Issekeshev ha osservato che la principale priorità in Kazakhstan è un programma di industrializzazione. Il governo ha individuato sei settori prioritari per lo sviluppo del paese: produzione alimentare, metallurgia, industria chimica, macchinari, materiali da costruzione, turismo. «Ci saranno investimenti per sostenere attivamente il turismo, i prodotti farmaceutici, i settori dell’industria leggera, che fornirà occupazione e la stabilità sociale» ha aggiunto. Issekeshev ha sottolineato che il mercato in cui le aziende locali stanno lavorando, è radicalmente diverso da quello che era qualche anno fa. Ciò è dovuto al fatto che è stata creata un’alleanza che ha portato all’integrazione con Russia e Bielorussia attraverso l’Unione doganale. Inoltre, la repubblica è nella fase finale di adesione all’Omc, che renderà l’economia più competitiva e liberale». Il viceministro ha ricordato che il governo sta sviluppando e prevede di introdurre una nuova serie di normative tra cui gli incentivi per gli investitori, il sostegno e la creazione di nuovi veicoli di investimento, e la rimozione delle barriere burocratiche. Nei progetti in cantiere vi sarebbero 10 zone economiche libere, aree che nascono con il preciso compito di attrarre management internazionale. Fonte Kazinform. «Vorrei dire che abbiamo un ottimo potenziale. Noi lanceremo nel paese grandi progetti per l’estrazione, produzione, vendita del petrolio e gas, grandi progetti minerari, e progetti per nuove esplorazioni. C’è un grande programma per lo sviluppo dell’agricoltura e lo sviluppo delle infrastrutture. Vorrei invitare a venire nel nostro paese le aziende asiatiche che lavorano in Kazakhstan, ma in generale tutte quelle che lavorano con i nostri partner dell’Unione doganale e l’Asia centrale» ha concluso il ministro.