Inaugurato ad Astana il Muro della Pace

 

20180829172151

Il 29 Agosto è stato inaugurato, dal Presidente della Repubblica Nursultan Nazarbayev, il “Muro della Pace”, donato dalla regione di Aktobe alla città di Astana per celebrarne il ventesimo anniversario dello status di Capitale della Repubblica del Kazakhstan. Il monumento è stato eretto in Piazza dell’indipendenza, nei pressi del  Qazak Eli.

Alla cerimonia hanno partecipato i capi delle missioni diplomatiche, eminenti statisti, parlamentari e  personalità pubbliche, oltre ad una delegazione della regione di Aktobe ed i partecipanti alla Conferenza internazionale CTBTO in corso ad Astana in questi giorni.

La caratteristica principale del memoriale è la parola “pace”, trascritta in 51 lingue.

Il progetto si basa sull’idea del manifesto antinucleare “The World. The 21st Century”, promulgato dal Presidente Nazarbayev .  27 anni fa, il Capo dello Stato aveva decretato la chiusura del sito per i  test nucleari di Semipalatinsk, iniziando così il processo di abbandono di uno dei più grandi arsenali nucleari del mondo da parte del Kazakistan.

Per questo motivo è stata scelta per l’inaugurazione  questa data, il 29 Agosto, Giornata internazionale contro i test nucleari.

In motocicletta da Napoli a Tokyo, passando per il Kazakhstan

The Yellow Horse Project, il viaggio da Napoli a Tokyo di Rosaria Iazzetta “per raccogliere le idee delle donne di undici Paesi” ha fatto tappa nel mese di agosto in Kazakhstan.

L’Artista partenopea, a bordo della sua Yamaha, sta percorrendo migliaia di chilometri attraverso 11 nazioni per realizzare un itinerario che lega idealmente due città (e due mondi) molto distanti tra loro, Napoli e Tokyo, raccogliendo testimonianze di artiste, sportive, giornaliste e di tutte quelle donne che siano riuscite a realizzarsi affermando il proprio sogno.

Nella Capitale Astana, Rosaria Iazzetta ha incontrato la violinista di fama internazionale Aiman Mussakhajayeva, insignita dal Presidente della Repubblica Nazarbayev del prestigioso titolo di “National Artist of Kazakhstan”. L’incontro si è svolto in presenza dell’ Ambasciatore italiano ad Astana, Pasquale D’Avino.

Inoltre, nel corso del suo soggiorno la Prof.ssa Iazzetta ha avuto modo di visitare  la Galleria di Arte Moderna “Khas Sanat” accompagnata dalla vice Direttrice Zhanel Zholzhaksy,  dove ha incontrato anche la Dr.ssa Zamzagul Amanzhanova, a capo  di un Comitato per la cooperazione internazionale ed altre rappresentanti del mondo della Cultura e delle Arti della Repubblica del Kazakhstan.

A seguire, la visita al Circolo dell’Unione degli Artisti di Astana, dove Almagul Malikova ha introdotto le opere della coppia di artisti Sembigasli Smagulova e Actoty.

Questi incontri hanno creato le premesse per realizzare un’intensa collaborazione artistica tra la città di Napoli e la Repubblica del Kazakhstan.

iazzetta-kie-U4606010937340600SF-1224x916@CorriereMezzogiorno-Web-Mezzogiorno-593x443IMG-20180815-WA0011IMG-20180817-WA0001

 

Forum dei Sindaci delle Città della Via della Seta “Global Silk Road”

Pubblichiamo questo articolo di Domenico Letizia, Presidente dell’Istituto di Ricerca di Economia e Politica Internazionale apparso il 23/06/2018 su Notizie Geopolitiche

di Domenico Letizia *

Il Kazakistan ritorna al centro dell’attenzione internazionale nella promozione di dibattiti innovativi legati alla gestione intelligente delle città, degli spazi e del vivere quotidiano. Anche quest’anno ad Astana si svolgerà il Forum dei Sindaci delle Città della Via della Seta “Global Silk Road”, un nuovo approccio alla cooperazione, gettando le basi per uno sviluppo internazionale che guardi con interesse all’eredità storica della Grande Via della Seta. Già nel 2013, ad Astana, capitale del Kazakistan, durante un dibattito presso la Nazarbayev University il presidente della Cina Xi Jinping, propose la nascita di un network mondiale che guardi con interesse a tutti i paesi coinvolti nel progetto della Via della Seta. Il Forum dei Sindaci delle Città della Via della Seta è un evento dibattito che riunisce oltre 30 sindaci e più di 2mila delegati provenienti da 60 paesi diversi pronti a confrontarsi sull’attualità, le opportunità di investimento tra le città, gemellaggi e scambi culturali. I lavori analizzeranno le opportunità e gli strumenti internazionali per intensificare la cooperazione, l’integrazione e il business lungo il percorso della Via della Seta. Assistiamo allo sviluppo del più grandioso progetto internazionale del XXI secolo, che mette al centro delle agende nazionali l’idea di Eurasia e reti globali. Per la prima volta questo progetto non mira alla cancellazione o sottomissione di territori, ma all’edificazione di ponti e scambi, valorizzando tutte le differenze tra i paesi e inseguendo il motto della collaborazione e della pace. Analisti, ricercatori, rappresentanti del governo, delegati delle camere di commercio, ambasciate, procuratori commerciali, esportatori, autorità pubbliche, settore commerciale nelle aree di produzione, R & S, innovazione, energie rinnovabili, agricoltura, turismo, ICT, partnership pubblico-privato, commercio, rappresentanti di università, delegati del settore pubblico, investitori, esperti di comunicazioni e media saranno i protagonisti dal Forum. Durante i lavori, inoltre, si svolgerà anche il Kazakistan Global Investment Roundtable, un incontro di circa 500 dirigenti internazionali kazaki e dirigenti finanziari, investitori ed esperti in tecnologia chiamati a confronto dal primo ministro kazako Bakytzhan Sagintaev. Il Kazakistan ha un potenziale di sviluppo progettuale molto ampio, progetti universalmente riconosciuti e realizzati, ognuno dei quali rappresenta una nuova pietra miliare nell’immagine di crescita della capitale, Astana.
Particolare attenzione sarà dedicata alle prospettive di cooperazione nei settori della sanità, dell’e-commerce e della logistica, dello sviluppo economico attraverso l’utilizzo di nuovi fonti energetiche, pulite e rispettose dell’Ambiente, come impresso anche dal recente Expo di Astana, e un nuovo concetto di solidarietà e innovazione tra i protagonisti della Via della Seta.
Inoltre, l’attuazione del programma “One Belt: One Way” influenzerà lo sviluppo del turismo in Kazakistan. Astana punta a divenire un hub turistico nell’ambito della strategia sviluppata delle autorità per il 2020.

nuova-via-della-seta-2-fuori

Expo Astana: la Regione Campania inaugura il Padiglione Italia

IMG_20170610_180027_resized_20170611_102326500 10 giugno è stato inaugurato il Padiglione Italia ad Expo 2017 Astana. Protagonista della prima settimana di esposizione la Regione Campania, con una delegazione costituita da Imprese, Università, Centri di ricerca, il Distretto ad Alta Tecnologia nel settore energetico, oltre a startup, spin-off accademici, guidata dall’Assessore all’ Innovazione, Startup e Internazionalizzazione della Regione Campania Valeria Fascione, e dal Console Onorario del Kazakistan a Napoli Sergio Moscati.

La cerimonia inaugurale, alla quale ha presenziato anche il Prof. Romano Prodi, è stata aperta dall’Assessore Fascione e dall’Ambasciatore italiano in Kazakhstan Stefano Ravagnan,

La settimana che ha visto protagonista la Regione Campania ad Astana ha preso il via domenica 11 con un primo workshop di presentazione dell’ecosistema campano dell’innovazione, della ricerca e del sistema produttivo, con particolare riferimento al settore dell’energia, seguito dalle testimonianze dei delegati delle Università, dei Centri di ricerca, dei distretti e delle imprese partecipanti. Ai lavori hanno preso parte anche i vertici della CMD, selezionata direttamente da Expo, quale impresa d’eccellenza per il generatore di energia elettrica da biomasse legnose, e il rappresentante del villaggio ecosostenibile Arnasay. Nel tardo pomeriggio, la delegazione e il pubblico presente entusiasta hanno preso parte alla performance musicale del cantante pop Son Pascal, molto popolare in Kazakistan, in veste di testimonial della Campania.

Il programma di attività targato Regione Campania si è prolungato fino al 16 giugno con workshop, dibattiti ed incontri business to business.

Con la Regione Campania ad Expo Astana

expo00La Giunta Regionale della Campania, con deliberazione n. 108 del 28/02/2017, ha aderito alla manifestazione Expo Astana 2017 “Energia del Futuro”, in programma ad Astana, Kazakistan, dal 10 giugno al 10 settembre 2017.
In questo quadro, la Regione organizzerà la propria partecipazione all’evento, prevista per la settimana di apertura dell’Esposizione, dal 10 al 16 giugno 2017.

Al fine di qualificare e caratterizzare, con le eccellenze espresse dal territorio, la presenza regionale ad Expo Astana 2017, imprese, startup, spin-off, enti di ricerca, università, aggregazioni pubblico private, distretti campani operanti nel settore dell’energia e negli ambiti connessi ad innovazione, IT, agroalimentare, costruzioni, tessile e moda interessati a partecipare, dovranno far pervenire la propria candidatura secondo le modalità indicate nell’avviso pubblico, attraverso la compilazione del modello pubblicato sul portale internet della Regione Campania, entro il giorno 23/05/2017. La trasmissione dovrà avvenire esclusivamente a mezzo pec all’indirizzo: dg16.uod05@pec.regione.campania.it

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la UOD Internazionalizzazione del Sistema Regionale al numero telefonico 0817962547

Nell’ambito della stessa settimana, il nostro Consolato, di concerto con la Regione, offrirà il proprio supporto per organizzare una serie di incontri one to one tra le imprese partecipanti e quelle locali del settore di afferenza.

Le aziende interessate sono invitate a contattarci entro il giorno 23 maggio alla mail consul.kazakhstan@gmail.com.

 

 

 

“Expo 2017 Astana: una chiave per scoprire le opportunità d’investimento in Kazakhstan”

big


“Expo 2017 Astana: una chiave per scoprire le opportunità di investimento in Kazakhstan” è il titolo della Country Presentation in programma lunedì 10 aprile, a partire dalle ore 15.30, presso l’Unione Industriali (piazza dei Martiri 58, Napoli). L’iniziativa è organizzata dal Consolato della Repubblica del Kazakhstan a Napoli, in collaborazione con l’Unione Industriali Napoli, con il Patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica del Kazakhstan in Italia.

L’edizione di Expo 2017, che si svolgerà dal 10 giugno al 10 settembre, porterà nella capitale Astana 5 milioni di visitatori, di cui un 15% rappresentato da cittadini stranieri. Il tema principale dell’Esposizione sarà “Energy of the Future”, che riflette la preoccupazione della comunità internazionale per l’esaurimento delle risorse energetiche e cercherà di sensibilizzare, ma anche di fornire risposte e soluzioni, a questo incombente problema.

Expo 2017 rappresenta dunque una grande opportunità per approfondire la conoscenza di questo Paese  e dei suoi  programmi di sviluppo industriale e di ricerca tecnologica.

All’incontro all’Unione Industriali interverranno l’Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica del Kazakhstan nella Repubblica Italiana, S. E. Sergey Nurtayev, e l’Assessore  della Regione Campania all’internazionalizzazione, Valeria Fascione.

Introdurrà i lavori il Vice Presidente alle Relazioni industriali, Europa, Internazionalizzazione di Unione Industriali Napoli, Antimo Caputo. Sono inoltre in programma gli interventi del Console Onorario della Repubblica del Kazakhstan in Campania, Sergio Moscati, del Primo Segretario dell’Ambasciata del Kazakhstan in Italia, Almasbek Zhumadilov, della Dirigente dell’Ufficio Internazionalizzazione della Regione Campania, Fiorella Ciullo.

Astana Expo 2017 – Future Energy: un opportunità per le Aziende

expo

Ci stiamo avvicinando rapidamente all’apertura ufficiale di Astana Expo 2017 sul tema “Future Energy”. Dal 10 Giugno al 10 Settembre 2017, Aziende ed Organizzazioni di 104 Paesi accoglieranno i 5 milioni di visitatori previsti per quello che si prospetta come il più grande evento internazionale mai realizzato nel cuore della regione centro-asiatica.

Cliccando sul link sottostante, si aprirà una breve presentazione dell’evento.

Il nostro Consolato si rende disponibile a coordinare e supportare le Aziende campane interessate a partecipare all’evento.

Partnership (eng)

Missione imprenditori Agro-alimentare ad Astana

Dal 24 al 29 ottobre 20kazagro216, il  Consolato della Repubblica del Kazakhstan in Campania  promuove una missione di imprenditori del settore agro-alimentare ad Astana, in occasione della Fiera Internazionale KazAgro/KazFarm che si svolgerà dal 26 al 28 ottobre nella capitale Kazaka.

Oltre alla visita della Fiera, la delegazione prenderà parte ad una giornata di workshop “BtoB” in esclusiva con le imprese e le istituzioni locali.

Le manifestazioni d’interesse potranno essere inviate via e-mail all’indirizzo consul.kazakhstan@gmail.com

 

universitakazakaKAZAKHSTAN – Astana 24/03/2016. Nel 2015 Global Competitiveness Index, il Kazakistan si è classificato 42° su 148 paesi del mondo, davanti a paesi occidentali di tradizioni più consolidate come l’Italia. Un tale risultato non sarebbe stato possibile senza gli sforzi continui da parte del paese per migliorare il proprio sistema di istruzione dopo il crollo dell’Unione Sovietica. Il riconoscimento della formazione come una via per il successo individuale ed economico personale e del paese ha contribuito alla crescita del Kazakistan e al conseguimento di risultati notevoli nel corso degli ultimi anni.
Riforma dell’istruzione, scambi internazionali di studenti e collaborazione con università in tutto il mondo e investimenti nella ricerca di nuove tecnologie sono le politiche che hanno contribuito a porre le basi per un’economia basata sulla conoscenza nel paese centroasiatico.

Il sito Kazakhstanunsc.com, un sito web che promuove la concessione ad Astana un seggio non permanente al consiglio di Sicurezza Onu per il biennio 2017 – 18, ha effettuato uno studio ad hoc sul tema dell’istruzione in Kazakhstan dal titolo: A Knowledge-Based Economy – Education and Science in Kazakhstan

Lo studio analizza gli sforzi compiuti dal Kazakistan per riformare il sistema educativo e l’industria scientifica per metterli in linea con le migliori pratiche europee e internazionali.
La conclusione cui giunge è che ora, nel 2016, si stiano raccogliendo i frutti della strategia multiforme e coerente per lo sviluppo dell’economia della nazione centriasiatica.

(fonte AGC)

EXPO: il padiglione Kazako tra i più visitati

Quello del Kazakhstan è uno dei padiglioni di Expo Milano 2015,

la fila all’ingresso non manca mai. L’attrazione più coinvolgente, ci dicono i visitatori all’uscita, è il film in 4 dimensioni che viene proiettato nell’ultima stanza dell’esposizione. Poltroncine che si muovono, effetti speciali e occhiali 3D accompagnano il pubblico nel paese dove si terrà l’esposizione universale del 2017, dedicata all’energia del futuro. Ma il Kazakhstan ha portato a Expo anche gli storioni del Mar Caspio, che sono tenuti dentro un acquario e servono a spiegare la provenienza del caviale, uno dei prodotti più preziosi per l’esportazione. Spazio anche all’agricoltura, uno dei settori chiave dell’economia del Kazakhstan, e alle tecnologie messe in pratica per migliorarla (di Next New Media / Reporters4Expo)