Kassym-Jomart Tokayev è il nuovo Presidente del Kazakhstan

images

Con il 70% di consensi, Kassym-Jomart Tokayev il 9 giugno è stato eletto Presidente della Repubblica del Kazakhstan. Già  Ministro degli Esteri, Primo Ministro, Presidente del Senato e Presidente della Repubblica ad Interim dopo le dimissioni del Presidente Nazarbayev, Tokayev vanta una lunga carriera politica iniziata ricoprendo numerosi incarichi all’estero, prima come rappresentante dell’URSS e poi, dopo la nascita della Repubblica del Kazakhstan, per il proprio Paese.

In qualità di Presidente del Senato del Kazakistan fu eletto nel 2008 vicepresidente dell’Assemblea parlamentare dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE). Nel marzo 2011 fu nominato sottosegretario generale delle Nazioni Unite, direttore generale dell’Ufficio delle Nazioni Unite di Ginevra e rappresentante personale del segretario generale delle Nazioni Unite alla Conferenza sul Disarmo, di cui è stato anche segretario generale. Ha rivestito altresì il ruolo di Ufficiale designato alla sicurezza del personale delle Nazioni Unite per la Svizzera.

Ha svolto un dottorato in scienze politiche ed è autore di nove libri e numerosi articoli sugli affari internazionali. Membro dell’Accademia Mondiale delle Arti e della Scienza, ha fatto parte del novero delle personalità eminenti della Conferenza di Monaco di Baviera sulla sicurezza, oltre ad essere professore eonorario dell’Università di Shenzhen e professore onorario e dottore dell’Accademia diplomatica del Ministero degli Affari Esteri della Federazione russa, del cui consiglio di amministrazione è componente. È rettore onorario della Scuola di Ginevra per la Diplomazia e per le Relazioni Internazionali. In qualità di segretario generale dell’Ufficio delle Nazioni Unite di Ginevra ha ricevuto il premio Academicus dall’università ginevrina.

 

Elezioni presidenziali in Kazakhstan il 9 Giugno

elections_kazhakstan

Domenica 9 giugno si svolgeranno in Kazakhstan  le elezioni per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica.

I cittadini kazaki residenti in Italia ed i turisti che si troveranno nel nostro Paese in quella  data, potranno esercitare il diritto di voto  presso gli uffici del Consolato Generale dell’Ambasciata della Repubblica del Kazakhstan a Roma, in  Via Cassia 471.

I seggi resteranno aperti dalle ore 08:00 alle ore 20:00 del 9 giugno.

E’ necessario portare con se il passaporto.

Kassym-Jomart Tokayev è il nuovo Presidente della Repubblica del Kazakhstan

th

Il 20 Marzo 2019 il Presidente del Senato Kassym-Jomart Tokayev ha firmato, assumendo la carica di Presidente della Repubblica del Kazakhstan.

Tokayev subentra “ad interim”, in base alla costituzione Kazaka, al Presidente Nursultan Nazarbayev che ha rassegnato le proprie dimissioni dopo aver governato il Paese per oltre 30 anni, dal giorno dell’indipendenza sino ad oggi. Nazarbayev mantiene comunque il titolo di Leader della Nazione e di Capo del Consiglio di Sicurezza Kazako, nonchè quello di Capo del partito Nur Otan.

Nel suo discorso inaugurale il Presidente Tokayev ha dato subito un messaggio di continuità con la Presidenza di Nazarbayev ed ha nominando speaker del Senato Kazako Dariga Nazarbayeva, figlia maggiore dell’ex Presidente.

Tokayev resterà in carica sino alle prossime elezioni presidenziali previste per il 2020.

 

universitakazakaKAZAKHSTAN – Astana 24/03/2016. Nel 2015 Global Competitiveness Index, il Kazakistan si è classificato 42° su 148 paesi del mondo, davanti a paesi occidentali di tradizioni più consolidate come l’Italia. Un tale risultato non sarebbe stato possibile senza gli sforzi continui da parte del paese per migliorare il proprio sistema di istruzione dopo il crollo dell’Unione Sovietica. Il riconoscimento della formazione come una via per il successo individuale ed economico personale e del paese ha contribuito alla crescita del Kazakistan e al conseguimento di risultati notevoli nel corso degli ultimi anni.
Riforma dell’istruzione, scambi internazionali di studenti e collaborazione con università in tutto il mondo e investimenti nella ricerca di nuove tecnologie sono le politiche che hanno contribuito a porre le basi per un’economia basata sulla conoscenza nel paese centroasiatico.

Il sito Kazakhstanunsc.com, un sito web che promuove la concessione ad Astana un seggio non permanente al consiglio di Sicurezza Onu per il biennio 2017 – 18, ha effettuato uno studio ad hoc sul tema dell’istruzione in Kazakhstan dal titolo: A Knowledge-Based Economy – Education and Science in Kazakhstan

Lo studio analizza gli sforzi compiuti dal Kazakistan per riformare il sistema educativo e l’industria scientifica per metterli in linea con le migliori pratiche europee e internazionali.
La conclusione cui giunge è che ora, nel 2016, si stiano raccogliendo i frutti della strategia multiforme e coerente per lo sviluppo dell’economia della nazione centriasiatica.

(fonte AGC)